Cromo
< torna alla lista
LEGALITA CI PIACE: FEDERAZIONE MODA ITALIA PROMUOVE LA CAMPAGNA COMPRA ORIGINALE

25/11/2019 16.14.25

LEGALITA' CI PIACE: FEDERAZIONE MODA ITALIA PROMUOVE LA CAMPAGNA 'COMPRA ORIGINALE'

Federazione Moda Italia, in occasione della Giornata nazionale promossa da Confcommercio per la legalità #legalitàcipiace promuove la campagna di comunicazione rivolta ad un acquisto sempre più consapevole e all'importanza della qualità e del rispetto dei requisiti di sicurezza e legalità dei prodotti in vendita in particolare nei negozi di fiducia sotto casa.

L'iniziativa, accompagnata dal logo "Compra Originale" prevede la diffusione del Vademecum aggiornato sulla lotta alla contraffazione dal titolo “Compri falso ? Ma lo sai che…

10 consigli pratici per evitare di cadere in tentazione verso un acquisto non consapevole e solo APPARENTEMENTE a buon mercato. Si parte da un'elencazione di problematiche che riguardano i rischi per la salute in quanto molti prodotti contengono agenti chimici e solventi cancerogeni; per arrivare alle sanzioni anche per chi acquista prodotti falsi a partire da 100 euro fino a 7000 euro. E poi, ci sono ragioni di civiltà, come la lotta alla concorrenza sleale, contro il lavoro minorile, la scarsa qualità dei prodotti contraffatti. Non va dimenticato infine che vendere ed acquistare prodotti falsi procura un danno al fisco, sostiene forme odiose di criminalità, alimenta ogni forma di inadempienza, dal lavoro, alla sicurezza. Insomma la contraffazione non è per niente un reato minore!
 
La contraffazione è un fenomeno criminoso non solo in espansione, ma anche in evoluzione. Il mercato del falso dilaga tanto nelle nostre città, quanto sempre più prepotentemente su internet e sui marketplace, per i quali occorrono maggiori controlli e responsabilità anche sull'esposizione dei prodotti venduti da terzi al fine di dare maggiori tutele al consumatore. Le stesse misure poste a rimedio dai social network e online come, ad esempio, la segnalazione della violazione ed il blocco degli annunci di proposta al pubblico di prodotti “taroccati” sono insufficienti.

Il CONSIGLIO è di COMPRARE ORIGINALE NEI NEGOZI DI FIDUCIA SOTTO CASA!
 
MA L'ACQUISTO DI UN PRODOTTO CONTRAFFATTO È CONSAPEVOLE ?
 
Ecco alcuni dati contenuti nel Vademecum "Compri falso ? Ma lo sai che..."
Secondo una ricerca di Confcommercio – Format Research sul sentiment dei consumatori nei confronti dell'illegalità, dell'abusivismo e della contraffazione (Fonte: Ricerca Confcommercio-Imprese per l'Italia, in collaborazione con Format Research, su illegalità, contraffazione e abusivismo presentata nella Giornata della Legalità di Confcommercio del 26 novembre 2019) emerge che quasi un consumatore su tre (30,5%) ha acquistato un prodotto contraffatto o usufruito di un servizio illegale. In aumento l'acquisto illegale di abbigliamento (+9,4% sul 2016) e pelletteria (+0,4%). In crescita gli acquisti “incauti” sul web di pelletteria (+10,5%) e abbiglaimento (+9,0%). Per la maggior parte dei consumatori la ragione principale degli acquisti illegali è di natura economica (70%) ed il 73% ha dichiarato di pensare che sia normale comprare contraffatto o da abusivi. Oltre il 90% dei consumatori ritiene è consapevole dei rischi dell'acquisto illegale e degli effetti negativi del fenomeno ed il 66,8% è informato sulle sanzioni.
 
Come descritto nel Rapporto 2018 del MISE , la contraffazione ha un valore di mercato di 7 miliardi e 208 milioni di euro (il 9,4% in più rispetto al 2012, quando era pari a 6 miliardi e 535 milioni). I prodotti di abbigliamento, gli accessori moda, le scarpe, la pelletteria, gli articoli sportivi sono quelli maggiormente interessati dalla contraffazione essendo al primo posto della speciale classifica per categoria merceologica. 2 miliardi e 386 milioni di euro è il fatturato del falso del solo comparto moda in Italia con una percentuale del 33,1% sull'intero fatturato del falso.
L'impatto sull'occupazione riguarda complessivamente 104mila posti di lavoro , di cui 38.000 nel solo settore moda (36,5% sul totale).
 
La Contraffazione rappresenta, soprattutto in momenti di crisi dei consumi, un'inaccettabile forma di concorrenza sleale da parte della criminalità organizzata. Un'indagine di Format Research per Federazione Moda Italia (Fonte: Ricerca di Format Research per Federazione Moda Italia su “La distribuzione del settore Moda in Italia” presentata a Roma il 24 giugno 2019) svela che il 28% dei negozi di moda vede la contraffazione come un vero e proprio competitor.